E anche gli Oscar 2017 sono passati… com’è andata ci chiedete? Bhé, a parte l’inverosimile svarione che ha fatto prendere un mezzo infarto a buona parte del cast di La La Land, un errore sul palco degno degli annali della kermesse, questa edizione degli Academy Awards verrà probabilmente ricordata come una delle più Black della storia degli Oscar.

Se il 2016 è stato l’anno dei White Oscars, tanto che la comunità afroamericana si era vivacemente espressa contro la mancanza di nomination ai loro artisti, questa, come era più che prevedibile, è stata un’edizione all’insegna del cinema afroamericano. E non solo per il numero di nomination ad attori e film le cui storie erano incentrate su temi cari alla comunità, dalla riscoperta di eroi nascosti (Hidden Figures) alla rilfessione sulla condizione di vita di una famiglia media afroamericana (Fences), ma anche per lo spirito con cui sono stati vissuti.

A ben vedere, il famoso errore che ha fatto credere agli autori di La La Land di essersi portati a casa l’Oscar, che poi è invece andato a Moonlight, rappresenta questo passaggio di consegne perfettamente. Se infatti La La Land è stato visto con un certo distacco dalla black community, trattandosi di un film incentrato sul Jazz con due protagonisti bianchi (quando il Jazz è considerato uno dei massimi vertici artistici realizzati dagli afroamericani), il fatto che, nonostante l’immenso successo di pubblico e critica del musical di Damien Chazelle (che ha comunque portato a casa 6 statuette, compresa miglior regia), alla fine la statuetta più prestigiosa sia andata a un “piccolo” film intimista su un giovane afroamericano gay e sulla sua crescita nei difficili quartieri di periferia della Florida, sa di vittoria a tutto tondo per la black community.

Ci si aspettava una reazione da parte della liberale Hollywood all’emergente Trumpismo e agli strascichi razzisti che sta riportando in auge, e la vittoria di Moonlight su La La Land (rinominato dai commentatori più spietati “White Men Can’t Dance”) sembra essere proprio il messaggio che ci aspettavamo.

Ecco di seguito la lista dei vincitori delle pricnpali categorie.

Miglior Film

“Moonlight”

Attore Principale

Casey Affleck in “Manchester by the Sea”

Attore Secondario

Mahershala Ali in “Moonlight”

Attrice Principale

Emma Stone in “La La Land”

Attrice Secondaria

Viola Davis in “Fences”

Miglior Film di Animazione

“Zootopia”

Fotografia

“La La Land” (WINNER)

Costumi

“Fantastic Beasts and Where to Find Them”

Regia

“La La Land” – Damien Chazelle

Documentario

“O.J.: Made in America”

Montaggio

“Hacksaw Ridge”

Film In Lingua Straniera

“The Salesman”

Make-up

“Suicide Squad”

Musica

“La La Land”

Scenografia

“La La Land”

Editing Sonoro

“Arrival”

Effetti Digitali

“The Jungle Book”

Sceneggiatura

“Moonlight”

Sceneggiatura Originale

“Manchester by the Sea”

 

Pietro Tamaro