Fuori, il gelo.

Dentro invece, una donna delle pulizie sta mettendo ordine in una stanza d’albergo.

Conosce ogni singola parte dell’edificio, dal corridoio stretto di ogni piano alla più piccola sala presente nel complesso.

Per molti può sembrare un labirinto che contiene ogni genere di segreti, ma non per lei, che conosce l’edificio meglio delle sue tasche.

La sua routine quotidiana, così perfetta, così consolidata, potrà mai essere rotta da qualcosa?

Il Regista

Valerio Burli, 27 anni, è diplomato nella sede abruzzese della Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia, in Reportage Cinematografico. Lavora come videomaker sul territorio romano. Come regista ha realizzato videoclip, fashion video, spot pubblicitari, documentari, reportage ed un backstage per Nicolas Winding Refn. Lupen, romanzo di un ladro reale, il suo documentario di diploma, è apparso sulla rivista Vice international ed è stato ospitato in numerosi festival italiani. Con Freddo dentro esordisce ufficialmente nel campo della finzione.

Lo stesso regista dichiara che “l’ispirazione è arrivata dopo il suicidio di Pateh Sabally, il giovane migrante che si è gettato nel Canal Grande di Venezia senza che nessuno intervenisse per salvarlo”. In effetti, il cortometraggio è dedicato a Pateh, lo sfortunato emblema di indifferenza a cui troppo spesso cediamo, rendendoci sempre meno umani ogni giorno. È la forza dell’abitudine che ci condanna, che ci consente di distogliere lo sguardo quando un ragazzo si lancia disperato nelle acque della laguna veneziana. Ed è quello che succede ogni giorno al protagonista di “Freddo dentro”, una donna delle pulizie di un hotel. Un ruolo arricchito dalla presenza di Elisabetta de Vito, capace di raccontare ogni emozione allo spettatore con la forza degli occhi o una smorfia sulle labbra. La routine della donna tocca solo quella degli ospiti dell’hotel, che appartengono a un altro mondo, e per i quali è poco più che una funzione, a malapena degna di uno sguardo. Punta e prosegui dritto per la tua strada. Ma cosa succede se c’è qualcosa di più di un piatto sporco o di un preservativo che si inserisce nell’aspirapolvere nella pulizia mattutina delle stanze? Fino a che punto può arrivare l’indifferenza di questa società? La risposta accende il grottesco e, con un tocco brillante di umorismo nero, costringe lo spettatore a guardarsi allo specchio, a riconoscere la verità: il freddo è dentro di noi. Eppure ci vorrebbe poco per sciogliere il ghiaccio emotivo, anche solo il calore di un abbraccio a uno sconosciuto, uno sguardo di comprensione ed empatia. Il tono inquietante – ed efficace – grottesco, afferma Burli, “è nato per consentire alla storia di determinare una reazione nello spettatore”, e in questo senso funziona molto bene, proprio perché “il corto dovrebbe suonare come un grido di allarme, come un avvertimento “a chi cede alla tentazione dell’abitudine confortevole e talvolta disumana.

Baburka si è anche occupata del trucco e degli effetti visivi che mostrano una tempesta di ghiaccio fuori dall’hotel, dove si trovano i personaggi del cortometraggio. Scritto da Valerio Burli insieme ad Alessia Bonfini, “Freddo dentro” utilizza, come già scritto, la preziosa presenza di Elisabetta de Vito, recentemente nominata per il David di Donatello per la sua splendida interpretazione in “Non essere villa” del compianto Claudio Caligari.

Festival screenings

Vincitore Fabrique Award 2017
Selezione Social world film festival 2017
Selezione Optical Theatre Horror Film Festival 2017
Selezione FiPiLi Horror Film Festival 2018
Selezione Rome Tre Film Festival 2018
Selezione ETNA Comics 2018
Vincitore Miglior Original Concept Independent Horror Movie Award 2018
Selezione Picentia Short Film Festival 2018
Selezione TOHorror Film Fest 2018
Selezione Reale Film Festival 2018
Selezione Mitreo Film Festival 2018
Selezione Janara Horror Fest 2018
 Selezione Festival Internacional de Cine Fantástico de Elche – FantaElx 2018
Selezione Salerno Film Festival 2018
Selezione MEDIAWAVE Festival Hungary 2019


DirectionValerio BurliProductionBaburka ProductionCountryItaliaYear2017Length8 min.